HOME

Per accedere a DESIGNBEER.it devi
essere maggiorenne, verifica la tua età!

Luppolo, malto, aromi naturali, creatività e passione Made In Italy: in DesignBeer creiamo birre originali e genuine, profumate e fragranti. Ricette speciali e personalizzabili per appagare il corpo e lo spirito, ritemprare e deliziare il gusto, impreziosire momenti importanti ed esprimere il carattere di un marchio o di un evento con le note fragranti di una birra, prodotta anche su misura.
< MORE >

BEERLOG

DESIGNBEER

Autunno… e galateo della Birra!

23 settembre 2015

Dopo una calda, caldissima coda d’estate, l’autunno sembra arrivato… in particolare oggi mentre scriviamo, con abbondante pioggia e temperatura drasticamente scesa. Ma la stagione è sempre giusta per scaldarsi e confortare lo spirito con il profumo e il colore di una genuina birra artigianale!

E a proposito, cogliamo dal web qualche buona dritta di galateo che un buon amante della birra dovrebbe conoscere, per non sfigurare mai.

Designbeer schiuma Ipa

1 – Quando si ordina una birra, non limitarsi mai a chiedere genericamente una media! Così non si ordina nulla di preciso, se non la quantità desiderata. Piuttosto, chiediamo una Ipa media, o una Stout, o una Pils.

2 – Le birre Doppio malto non esistono! La dicitura Doppio malto è infatti solo un’invenzione del legislatore italiano, e indica i gradi plato, ovvero il tenore saccarometrico della birra, che deve essere nella fattispecie superiore ai 14,5. Doppio malto è pertanto solo una categoria legislativa, che non indica però alcuno stile birraio, e potrebbe corrispondere a una birra ad alta fermentazione tanto quanto a una a bassa, così come a birre dalla gradazione alcolica molto varia. Inoltre: trattandosi di una dicitura solamente italiana, all’estero evitare di ordinare una Double malt beer… vi guarderebbero come marziani.

3 – La birra non va sempre servita fredda: a seconda del tenore alcolico, le birre hanno una temperatura di servizio ottimale che può variare di molto. Alcune vanno servite a una temperatura relativamente alta, anche 12° o 14° per quelle più alcoliche, al fine di apprezzarne al meglio le caratteristiche organolettiche, il profumo e gli aromi che alla corretta temperatura di servizio la nostra birra artigianale sprigionerà al suo meglio.

4 – La birra non gonfia, se servita nel giusto modo, ovvero facendo sì che nel bicchiere si crei il giusto cappello di schiuma per liberare il gas in eccesso. In questo modo è possibile godersi a pieno la nostra birra senza poi alcuna sgradevole sensazione di gonfiore allo stomaco. Anche per questo, una birra non andrebbe mai bevuta direttamente dalla bottiglia!

Designbeer pizza birra

5 – Le birre artigianali non hanno data di scadenza! La birra è infatti un prodotto vivo che evolve nel tempo, e se conservata chiusa e meglio in posizione verticale, può essere consumata anche a distanza di anni. Il tempo spesso trasforma il gusto arricchendo di sapori e aromi, conferendo eleganza e profumi alla bevanda.

6 – La birra non è genericamente l’abbinamento perfetto della pizza. Infatti, tanto vari sono gli stili di birra, quanto diversi sono gli abbinamenti cibo e birra che si possono sperimentare, ed è il bello della degustazione delle birre artigianali. Nel caso di una pizza, poi, esistono tante varietà di pizza, ognuna con diversi ingredienti, pertanto a ognuno sperimentare l’abbinamento preferito con lo stile di birra che più le si addice.

INDIETRO